ÀSKESIS III/Predica ai morti – Camminata pubblica

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

9 Ottobre

ÀSKESIS III/Predica ai morti – Camminata pubblica

Info

L’evento è gratuito, su prenotazione. I posti sono limitati.

PRENOTA

Il percorso, che segue il corso del fiume Muson fino a Camposampiero, ha una durata di circa 25 km.

Il punto di ritrovo è a Villa Parco Bolasco alle ore 9.15. L’orario di ritorno – indicativo – è alle ore 18.30 presso il complesso industriale ThyssenKrupp-Faber (ex-Fervet).

Sono previste pause brevi (10 minuti circa) lungo il percorso sia all’andata che al ritorno, con una pausa più lunga (1 ora circa) per il pranzo al sacco a Camposampiero.

Nel caso di tempo variabile e/o precipitazioni lievi, la camminata avrà comunque luogo nei tempi e luoghi stabiliti; nel caso di precipitazioni più consistenti la camminata verrà rimandata.

Per partecipare è necessario:

  • indossare scarpe e abbigliamento sportivo comodi, adatti alla lunga camminata, prevedendo anche indumenti caldi e impermeabili in caso di pioggia;
  • portare con sé il proprio pranzo al sacco e almeno un litro di acqua;
  • munirsi di crema solare, nel caso sia una giornata di sole, e di repellente antizanzare, in quanto il cammino si svolge quasi sempre nei pressi dell’acqua.

Ingresso
Da via Ospedale (accanto al Centro anziani Sartor)

Ore 9.15 – 18.30

Lo spazio era sacro
per i pellegrini dei vecchi tempi, finché l’aeroplano
non ha messo fine a questa sciocchezza
(W. H. Auden, Shorts)

Più che l’isolamento, è proprio dell’asceta l’esercizio. Il pensiero moderno, alla cui eredità siamo così fortemente legati, si è spesso fatto promotore dell’ideale di un mondo immediatamente accessibile alla mano ed all’occhio dell’individuo. Àskesis si propone invece come un esercizio dell’impedimento, una forma di propedeutica all’opacità per mezzo del camminare insieme: un tendersi verso il capovolgimento del quotidiano, dentro il suo mistero.

Quando nessun uomo lo ascolta, Sant’Antonio si rivolge ai pesci del mare, che miracolosamente si manifestano dinanzi a lui. Nei luoghi più insospettabili ci sono orecchie che ricevono le nostre parole, le nostre lingue, i nostri corpi. Il vuoto pullula di presenze, di alterità invisibili. Gli spazi che abitiamo sono disegnati da memorie spettrali che ci consegnano le loro eredità e ed invocano giustizia. E anche noi un giorno saremo fantasmi, memorie, voci invisibili consegnate a chi ci seguirà.

Camminata pubblica
di Piero Ramella e Mauro Martinuz/Anagoor

Piero Ramella lavora nell’ambito del le arti performative e della ricerca artistica. È laureato in Filosofia presso l’Università di Trieste ed ha studiato danza e movimento, tra gli altri, con Masaki Iwana, Lucia Palladino, Frey Faust e João Fiadiero. A teatro collabora principalmente con la compagnia Anagoor. Tra il 2018 ed il 2020 ha seguito il Post-Master Program di a.pass (Bruxelles) con un progetto di ricerca condiviso assieme a Lucia Palladino. Nel 2021 segue il corso di formazione PACAP 5 preso i l Forum Dança (Lisbona) con la curatela di João Fiadiero.
Mauro Martinuz crea contributi musicali per completare opere d’arte e valorizzarne i messaggi. Compone, organizza e incide musica per il teatro, la danza e i linguaggi del video. Dal 2007, costruisce musica, installazioni e sound design per la compagnia teatrale Anagoor (Leone d’Argento, Biennale di Venezia 2018). Ha collaborato con il regista Aleksandr Sokurov nella sua unica pièce teatrale (Go.Go.Go, Teatro Olimpico, Vicenza 2016) e lavorato al servizio di coreografi e performer. Si occupa di colonne sonore, riprese del suono e missaggio per documentari (tra le ultime produzioni: Diga, di Emanuele Confortin, vincitore di due premi all’edizione 2021 di Trento Film Festival) e videoarte. La sua musica è stata definita come una “musica per stereotipi” che lascia spazio al potere della suggestione. È una musica libera dalla ricerca di un linguaggio personale in cui ogni tecnica, materiale compositivo e atmosfera sono scelti per esprimere frammenti condivisi da una collettività. È una musica dell’accadimento che evita formalismi e si disegna nello spazio per dare vita a narrazioni germogliate dagli scheletri dell’esperienza umana.

Dettagli

Data:
9 Ottobre
Ora:
09:15 - 18:30
Prezzo:
Gratuito
Categoria Evento:
Tag Evento:

Informazioni: 049 827 3939 (numero attivo dalle 9 alle 17, tutti i giorni, sabato e domenica compresi).

loading...